Finalità e obiettivi educativi

SIAL Prospectus 2014 KMP-0403

L’approccio educativo al quale la nostra scuola dell’infanzia si ispira è quello del Progetto Reggio Emilia, uno dei più innovativi modelli educativi per l’infanzia.

L’impostazione di Reggio Emilia mira a favorire un processo di apprendimento che faciliti nei bambini lo sviluppo dei loro potenziali personali attraverso la sintesi dei diversi linguaggi espressivo, comunicativo e cognitivo.

I punti chiave del Progetto Reggio Emilia ai quali ci ispiriamo sono:

  • I bambini come protagonisti: il curriculum viene modellato sugli interessi dei bambini, che sono incoraggiati a orientare il corso dell’insegnamento e le sue forme.
  • L’insegnante come insegnante-ricercatore: il ruolo dell’insegnante è quello di risorsa e guida che presta la sua esperienza ai bambini ma, che insieme a loro , è coinvolto in prima persona nel processo di apprendimento. L’approccio al curriculum è flessibile. Osservando e documentando attentamente il lavoro dei bambini e la crescita della comunità all’interno della classe, l’insegnante opera costantemente per adattare gli obiettivi educativi alle idee emergenti all’interno del gruppo
  • i progetti di lavoro: approfondimenti di concetti, idee e interessi che emergono dal gruppo-classe, attraverso i quali gli insegnanti aiutano i bambini a orientare il modo in cui il gruppo raggiunge gli obiettivi prefissati.
  • La collaborazione: il lavoro di gruppo, grande o piccolo che sia, è un elemento fondamentale e necessario. I bambini sono incoraggiati al dialogo, alla critica, alla negoziazione e alla ricerca di soluzioni attraverso il lavoro di gruppo, allo scopo di valorizzare, attraverso il confronto delle molteplici prospettive, sia il senso di appartenenza al gruppo che il senso dell’unicita’ del singolo.
  • La molteplicità di forme ed espressioni: la presentazione dei concetti sotto forme molteplici di rappresentazioni – arte, costruzioni, musica, stampa, ecc.. – è essenziale per la comprensione dell’esperienza nei bambini.
  • La documentazione: i lavori e i progressi dei bambini vengono documentati con precisione e utilizzati come strumento di apprendimento per bambini, insegnanti e genitori.
  • L’ambiente: l’aspetto e l’atmosfera delle classi vengono curati con particolare attenzione e utilizzati come vero e proprio strumento d’apprendimento.

Per saperne di più sul Progetto Reggio Emilia potete visitare:
http://zerosei.comune.re.it/index.htm


pittura1

Gli insegnanti mirano al conseguimento di precisi obiettivi formativi di sviluppo delle competenze del bambino quali:

  • La presa di coscienza della propria corporeità
  • La maturazione del senso di autonomia e d’identità
  • L’acquisizione di fiducia delle proprie capacità comunicative ed espressive in entrambe le lingue
  • L’impegno a manifestare le proprie idee
  • Il passaggio da una visione indifferenziata di fatti e fenomeni della realtà all’acquisizione delle abilità per conoscerli e interpretarli
  • L’accoglienza e l’utilizzo dei linguaggi: corporeo, sonoro/musicale, visivo e grafico-pittorico.
  • L’esplorazione di nuovi linguaggi multimediali per conoscere diverse forme artistiche e comunicative.
  • L’avere rispetto attivo delle diversità
  • L’accettazione e l disponibilità ad aiutare gli altri e la comprensione dei loro comportamenti
  • L’accrescimento della consapevolezza dei propri legami familiari e d’appartenenza alla comunità sociale
  • La capacità di capire e di cooperare: accettare ed eseguire incarichi, svolgere mansioni, lavorare insieme per uno scopo comune
  • Lo sviluppo del senso di responsabilità.